TIMBALLETTO DI PASTA ALLA BARONALE

È un piatto della cucina siciliana del '700, quando i nobili sfoggiavano la ricchezza soprattutto con il cibo, declinato in ricette elaborate e ricche di sapori. Il timballetto richiede la preparazione di uno stufatino di maialino preparato rigorosamente prima. La cottura conclusiva al forno ne esalta la complessità dei sapori e fa di questo piatto un piccolo capolavoro.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

280 g di anellini (pasta)
500 g di maialino da latte (pancetta e lonza) tagliato a pezzetti
100 g di formaggio piacentino ennese
100 g  di estratto di pomodoro
carota, sedano, cipolla per il battuto
1 noce di mozzarella fiordilatte
1 bicchiere di vino rosso
Olio EVO
8 foglie di alloro - noce moscata - pepe nero - prezzemolo - sale q.b.

PREPARAZIONE

Per lo stufato di maialino.
Preparare un battuto fine con sedano, carota e cipolla. In una casseruola versare l’olio EVO, e soffriggere il battuto fino a doratura. Aggiungere la carne e rosolare delicatamente. Sfumare con il vino rosso. Aggiungere l’estratto di pomodoro e poi abbondante acqua a coprire. Quando l’acqua arriva a bollore aggiungere il pepe, la noce moscata e le foglie di alloro. Abbassare la fiamma e fare cuocere per 3 ore a fuoco bassissimo.

Per la pasta.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata fino a metà cottura. Scolare. In una ciotola unire la pasta, lo stufatino di maiale (che avrete fatto raffreddare) e combinarvi metà del piacentino ennese grattugiato. Mescolare bene. 

Il timballo
In una ciotolina di circa 12 cm di diametro formare il timballetto, grattugiandovi l’altra metà del formaggio. Adagiare una noce di mozzarella al centro. Infornare per circa 10 minuti a 180 C.
Servire con decorazione di foglia di alloro e spolverata di prezzemolo sul piatto.

Spectra Enterprises